Telemedicina

Telemedicina: un aiuto per la gestione dell’asma

Supportare i piccoli pazienti affetti da asma e le loro famiglie con la telemedicina. In Kansas uno studio ha testato questo metodo.

Un nuovo studio ha evidenziato che il supporto dell’innovazione può aiutare nella gestione di patologie come l’asma, anche nei bambini. In Kansas, i ricercatori del Children’s Mercy Hospital hanno concesso la possibilità ai piccoli pazienti e alle loro famiglie che abitavano a più di 70 miglia dall’ospedale di avere un supporto medico via chat video, invece di fare i lunghi viaggi avanti e indietro dalla struttura.

telemedicinaIl gruppo campione era composto da cento bambini, che effettuavano le visite e i controlli di persona in ospedale, mentre il gruppo che provava la tecnica via chat video era di 69 bambini. Dopo gli esami iniziali, le famiglie sono state invitate a portare i bimbi alle visite di follow-up dopo un mese e di nuovo dopo sei mesi. A supporto delle famiglie che utilizzavano la telemedicina, c’erano anche un infermiere o un terapista della respirazione che visitavano i bambini in cliniche vicine.

Nel complesso, le famiglie che hanno sperimentato il nuovo metodo si sono dette soddisfatte. Certo è che, seppur lo studio sia stato fatto su un numero limitato di partecipanti, si è sempre più convinti che la telemedicina potrà avere un ruolo importante per la gestione continua delle malattie croniche, in particolare quando i pazienti hanno un accesso limitato alle cure.

Per tutti i dettagli qui.