Comunicazione corporate

Se dici corporate, dici digital

Ormai quasi tutte le aziende puntano sul digitale. E di motivi per farlo ne hanno parecchi.

Come valutare l’immagine e la reputazione di una azienda? Come facciamo con le persone: andando a guardare i suoi canali digitali.
Al giorno d’oggi infatti, la maggior parte delle imprese utilizza i social network (67%), ha siti web (58%) e blog aziendali (48%). E la tendenza è solo destinata ad aumentare nei prossimi anni. Sono questi i dati presentati da un’indagine svolta da iCorporate e Doxa, che rileva anche che i più tradizionali media avranno un peso, se non invariato, addirittura inferiore nelle strategie di comunicazione.

Canali digitaliLa volontà delle aziende di puntare sul digitale ha validi motivi alla base: la possibilità di condividere un numero maggiore di contenuti, in un tempo più veloce, in totale autonomia e con un risparmio economico. Inoltre, i canali digitali permettono di comunicare in modo più diretto con un pubblico più ampio e di ricevere i feedback in breve tempo.

Senza contare le potenzialità in termini di crescita, perché i canali digitali permettono di influenzare i comportamenti di acquisto dei consumatori, coinvolgere partners di business e altri stakeholders quali gruppi di pressione, istituzioni, giornalisti e opinion leaders.

Ma quali sono gli strumenti digitali? Il più diffuso è il digital PR (72%), cui segue il sito web aziendale (69%) con i relativi social media (66%), in particolare Facebook (82%), Twitter (76%) e LinkedIn (62%), usati soprattutto per fare corporate storytelling.

Infine, “last but not least”, il panorama digital e social delle aziende può contare anche sul sostegno dei capi-azienda. Il 59% ha infatti aperto profili personali su Facebook, LinkedIn e Twitter per scopi puramente aziendali, e, di questi, il 44% li gestisce in prima persona.

Insomma, i social sono nati per le persone. Ma oggi, sono diventati un ambiente ineliminabile anche per le aziende. E in futuro lo saranno sempre di più.

Ah, noi nel mondo digital ci siamo da un po’, date un’occhiata alla nostra pagina Facebook, al nostro profilo Twitter, a LinkedIn e pure a Instagram.

[Clicca qui per la fonte della notizia]