Agenzia europea dei farmaci

Sarà Milano a ospitare l’Ema?

Dopo il voto favorevole alla Brexit, l’Agenzia Europea dei Farmaci deve fare le valigie da Londra e trovare una nuova sede. Tra le candidate c’è anche Milano.

Milano si è candidata a ospitare la nuova sede dell’European Medicines Agency (EMA), l’Agenzia europea dei farmaci, che deve fare le valigie da Londra dopo il referendum favorevole alla Brexit. L’annuncio della candidatura ufficiale è arrivato dopo una riunione tenutasi a Palazzo Lombardia e a cui erano presenti il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina, il rettore dell’Università degli studi di Milano Gianluca Vago e l’imprenditrice Diana Bracco.

Milano skylineMilano avrebbe tutte le carte in regola per ricoprire questo ruolo. A pensarlo è anche il direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) Luca Pani, che ritiene sarebbe “una grande operazione dal punto di vista culturale e scientifico, che avrebbe anche significativi ritorni economici per il nostro Paese in relazione all’indotto che determinerebbe”.

I passaggi da fare rimangono ancora molti e richiedono un grande lavoro di coordinamento. Il termine è il 2019. Due anni di tempo per rendere il Paese pronto ad ospitare l’Agenzia europea del farmaco.

Per tutti i dettagli qui.