16/03/2015

Quanto costa alle aziende l’ignoranza digitale?

Le aziende capiscono poco i social ed investono male. Questo ha un impatto sulla reputazione e sul business. Serve più cultura digitale e formazione: si tratta di strategia, non tecnica.

Schermata 2015-03-16 alle 11.51.18Cresce la domanda di comunicazione digitale, cresce il bisogno da parte delle aziende di intercettare il pubblico che, in maniera sempre crescente ed anagraficamente trasversale, si forma un’opinione non più solo come consumatore di informazione, ma soprattutto nel dialogo e nella socializzazione di esperienze all’interno del proprio network social, la effettiva competenza delle aziende, ma anche delle agenzie di PR a trattare la materia “comunicazione digitale” resta tuttavia limitata.

L’ “ignoranza digitale” ha un impatto diretto sul business, come rivela una ricerca condotta in Gran Bretagna dal Chartered Institute of Public Relations. Sul fronte della domanda (le aziende), la scarsa comprensione della dimensione digitale porta le aziende a compiere errori strategici nella pianificazione della propria comunicazione online. Sul fronte dell’offerta (le agenzie), l’espansione del mercato digitale fa entrare in gioco anche agenzie poco interessate ad assumere la funzione di partner strategico per l’impresa, limitandosi al ruolo di fornitore di servizi, spesso inutili o inefficaci.

LackOfDigitalSkillsNon basta investire in “social” dunque. Per trarre valore effettivo dall’investimento, è necessaria la competenza strategica, non solo tecnica, che la comunicazione social richiede. La strada suggerita è più cultura digitale, a partire dai vertici aziendali, sino ai livelli manageriali e intermedi della catena operativa.

 

@ValueRelations