Micro-influencer, di cosa parliamo?

Il fenomeno degli influencer è in crescita, soprattutto su social come Instagram. Ma contano solo i numeri? Il trend dei micro-influencer.

Micro Influencer Marketing

Spesso quando si parla di influencer marketing ci si limita a prendere in considerazione i numeri. Certo, sono sicuramente importanti, ma in realtà: bigger isn’t always better. Soprattutto su Instagram, vengono spese cifre decisamente notevoli e il trend è in salita. Quindi perché parlare di micro-influencer? Perché non tutti possono permettersi di pagare queste somme.

Anzitutto, cosa sono i micro-influencer. Si tratta di content creator con una base di follower sui social media (generalmente sul già citato Instagram) che va dai 1000 ai 100000. Sono specializzati nella creazione di contenuti di nicchia in uno specifico mercato. Grazie a queste caratteristiche, un brand potrebbe sfruttare collaborazioni per diversi motivi:

  1. Maggiore engagement: secondo alcuni studi recenti, il loro vantaggio principale è quello di riuscire a generare un livello di engagement e di conversione più alto rispetto a influencer con un numero di follower più consistente. Questo avviene perché generalmente hanno una audience più fedele e realmente interessata ai contenuti che propongono.
  2. Sono più credibili: non essendo personaggi famosi, il pubblico percepisce l’autenticità e la loro reale passione per l’argomento. In sostanza, il follower capisce di essere in “contatto” con un proprio pari e per questo tende a fidarsi maggiormente.
  3. Audience piccola ma ben targettizata: lavorando su nicchie di mercato, le persone che un micro-influncer riesce a fidelizzare saranno di conseguenza targettizzate precisamente su quell’argomento. Un chiaro vantaggio per un brand che come core business ha proprio quella nicchia.
  4. Costano meno: indipendentemente dal budget disponibile, poter spendere meno (fino al 70%) ottenendo risultati più o meno comparabili, è un fattore decisivo per ogni brand.
  5. Non sono VIP: sono loro stessi affezionati ai propri follower e quindi più riconoscenti, uno dei motivi per cui spesso interagiscono direttamente con il pubblico, aumentando ulteriormente il livello di fidelizzazione.

Il fenomeno dell’influencer marketing è ormai sulla bocca di tutti, ma esistono diverse possibilità sui modi di utilizzo. Quello di sfruttare i micro-influencer, anche se non sono adatti a tutti i tipi di brand, può essere una valida alternativa con un costo contenuto.