Social Media

Il contributo dei social nella lotta al cancro

I social media come Facebook, Twitter e Instagram sarebbero un valido aiuto nella lotta al cancro grazie al loro effetto “contagioso”: spingerebbero infatti le persone verso attività positive e di prevenzione.

Facebook, Twitter, Instagram e blog sono un valido aiuto nella lotta contro il cancro. Riuscirebbero infatti a spingere le persone verso comportamenti virtuosi e positivi, come sottoporsi agli screening e altre attività di prevenzione. A provarlo sono stati alcuni studi presentati al cinquantaduesimo congresso della Società americana di oncologia clinica (Asco), in corso a Chicago in questi giorni.

cellulare-tumore-620x350Una ricerca austriaca, condotta dalla divisione di senologia dell’università di Vienna, ha analizzato e sintetizzato i dati positivi successivi alla diffusione delle scelte di Angelina Jolie sul carcinoma ereditario: subito dopo la diffusione della notizia sulle operazioni al seno e alle ovaie a cui si era sottoposta l’attrice, un numero considerevole di giovani austriache si è rivolto ai medici per verificare il personale rischio ereditario.

E un altro studio, questa volta presentato da Seth Blumberg del St Marys Medical Center di San Francisco, ha invece analizzato oltre 30 mila tweet di donne che si erano sottoposte a colonscopia, pap test e mammografia. Coloro che hanno vissuto esperienze positive saranno “più influenti” presso amici e parenti.

La relazione tra social media e tumori, però, non è solo rose e fiori. Sarebbe infatti necessario poter “controllare” i messaggi che circolano sui vari network, soprattutto per “disinnescare” le informazioni errate che costellano il mare magnum dei social.

Per tutti i dettagli qui.