Farmaci

Farmaci in estate: il giusto modo per conservarli

In estate bisogna stare attenti a come conservare e trasportare i farmaci. Per sapere come fare, c’è un opuscolo redatto dall’AIFA (Agenzia Italia del Farmaco).

Con l’arrivo dell’estate, è bene avere un’attenzione in più con i farmaci. Soprattutto con il modo di conservarli e trasportarli. Questo per mantenerne integrità, efficacia e sicurezza.

Farmaci ed estate - opuscolo AIFACon l’aumento delle temperature e dell’umidità, infatti, i principi attivi possono deteriorarsi, alterarsi o favorire la crescita microbica nei contenitori. Questo può succedere, ad esempio, agli antibiotici, ai farmaci adrenergici, all’insulina, gli analgesici, ai sedativi.

Inoltre, alcuni farmaci, per via del loro meccanismo d’azione, possono interferire con la termoregolazione o alterare lo stato di idratazione dell’organismo, amplificando gli effetti del caldo. Ciò capita soprattutto ad anticolinergici, antipsicotici, antistaminici, antidepressivi, ansiolitici, antiadrenergici e beta-bloccanti, antipertensivi e diuretici, antiepilettici.

Per sapere come comportarsi, l’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ha redatto un opuscolo con tutti gli accorgimenti utili. Potete scaricarli qui.