Comunicato Stampa
 
 

Comunicato Stampa

Il 16 maggio torna la Giornata Nazionale per la Salute della Mano

Screening gratuiti in tutta Italia nei centri di riferimento per la chirurgia della mano, per sensibilizzare cittadini e istituzioni sulle patologie che colpiscono uno degli organi più importanti del corpo

 

Milano, 14 maggio 2015 – Sensibilizzare la popolazione sulle patologie della mano e rendere consapevoli cittadini ed istituzioni del ruolo degli specialisti chirurghi: questi gli obiettivi della terza edizione della Giornata Nazionale per la Salute della Mano, promossa dalla SICM – Società Italiana di Chirurgia della Mano con il contributo non condizionato di SOBI, che si svolgerà sabato 16 maggio, nelle principali città italiane.

Per l’intera giornata, i chirurghi della mano dei centri di riferimento saranno a disposizione dei cittadini per consulti gratuiti nei quali, oltre a controllarne lo stato di salute, suggeriranno approfondimenti diagnostici, terapie fisiche e conservative o trattamenti chirurgici. I referti dovranno poi essere condivisi e valutati con il medico curante che riceverà una relazione della visita svolta.

“La mano è un organo essenziale per l’uomo, da trattare nel miglior modo possibile e con le tecniche più avanzate, e i chirurghi della mano sono i principali referenti” – spiega Riccardo Luchetti, Presidente della SICM.

Gli specialisti in chirurgia della mano, branca dell’ortopedia, della chirurgia plastica e della chirurgia generale, si occupano dell’arto superiore nella sua interezza, dalla spalla al gomito, fino all’estremità; questo, grazie alle conoscenze specifiche del funzionamento del sistema muscolo-scheletrico di quest’organo, dalle regioni nervose a quelle tendinee e  muscolari. “La sensibilità della mano dipende dall’innervazione che parte dal collo e dal cervello; – spiega Luchetti – nella nostra specialità dobbiamo conoscere con precisione la morfologia di tutto l’arto superiore, le “strutture” attraverso cui passa tale innervazione, in modo da essere in grado di intervenire a tutti i livelli”.

Le patologie più comuni sono legate agli infortuni sul lavoro, la più grande casistica di incidenti in Italia secondo gli ultimi dati INAIL. Seguono le malformazioni, anche congenite, da trattare nei centri specialistici preposti. Ma vanno ricordate anche le patologie reumatiche, come l’artrite reumatoide, quelle neurologiche, le tetraplegie e le paralisi spastiche, che necessitano di un approccio multidisciplinare, che coinvolga anche il chirurgo della mano.

Un altro esempio di patologia dove il ruolo dello specialista è fondamentale è rappresentato dalla Malattia di Dupuytren, di natura fibro-proliferativa, progressivamente invalidante. La malattia, che colpisce soprattutto gli uomini di origine nordeuropea dai 40 ai 60 anni, provoca una flessione progressiva di una o più dita, cui segue l’inevitabile limitazione della completa estensione della mano. Nelle fasi più avanzate, invece, determina una contrattura dell’articolazione che può degenerare nell’immobilità del dito e/o delle dita coinvolte.

“I progressi nel campo interventistico sono stati notevoli negli ultimi anni – afferma ancora il Presidente della SICM – tanto da permettere di trattare alcune patologie importanti della mano e del polso con tecniche chirurgiche mininvasive. Per non parlare delle protesi delle dita, un tempo di grandi di dimensioni, ora miniaturizzate e leggere, tanto da permettere all’individuo una mobilità più efficiente. Per quanto riguarda, infine, la Malattia di Dupuytren, è ora disponibile anche in Italia una terapia farmacologica che, in funzione della gravità della patologia, può sostituire l’intervento chirurgico in una parte dei pazienti affetti dalla malattia. La somministrazione della terapia deve tuttavia essere sempre effettuata dallo specialista di riferimento”.

La Giornata Nazionale sarà, quindi, l’occasione per far conoscere alla popolazione e mettere in risalto i centri di riferimento regionali, presenti sul territorio, ma ancora poco conosciuti. “Il nostro obiettivo è, infatti, anche quello di valorizzare il ruolo del chirurgo della mano, con l’auspicio di arrivare ad un riconoscimento della nostra specializzazione, con un’autonomia propria, non come un’ulteriore qualifica di quelle di ortopedia o chirurgia plastica” – conclude il dottor Luchetti.

La lista completa dei centri di riferimento di chirurgia della mano aderenti alla terza edizione della Giornata Nazionale per la Salute della Mano, nonché la locandina dell’iniziativa, sono consultabili al sito www.giornatanazionalemano.it.

 

CS Giornata Nazionale per la Salute della Mano_Generale_def.

 

Per ulteriori informazioni:

Maria Luisa Paleari – ml.paleari@vrelations.it – 331 6718518

Alessio Pappagallo  – a.pappagallo@vrelations.it – 02-20424943 – 339 5897483