Comunicato Stampa

Comunicato Stampa

Contraccezione, ombrellone e smartphone

sic ok

Contraccezione, ombrellone e smartphone

“Estate” fa spesso rima con “nuovi amori”. Diamo loro in benvenuto senza però abbassare la guardia sui rischi che possono derivare da rapporti sessuali non protetti. “La Società Italiana della Contraccezione (SIC)” racconta il professor Annibale Volpe, past president della SIC “è pronta a supportarvi e a dare il consiglio giusto: basta uno smartphone”.

Roma, 23 luglio 2015 – Se davvero c’è qualcosa che non dimentichiamo mai quando andiamo in vacanza è il cellulare. Per carità, può capitare di lasciare a casa il carica batterie, ma qualsiasi negozio- anche nella più sperduta località turistica – ce ne può recuperare uno facilmente. Una bella sicurezza per poter continuare a navigare in santa pace anche sotto l’ombrellone. E di fronte a un mare vero, per di più.

“Il nostro appello a restare connessi” spiega il professor Annibale Volpe, past president della Società Italiana della Contraccezione (SIC) “non è certo a sfavore dei naturali e spontanei rapporti umani diretti. Che, anzi, caldeggiamo”. Specifica l’esperto: “Poiché l’estate è per antonomasia la stagione degli amori, vogliamo però che non abbassiate mai la guardia, soprattutto sulle malattie sessualmente trasmissibili. Sulle nostre pagine Facebook e Twitter potrete trovare molti consigli e, se avete dubbi, non esitate a contattarci attraverso messaggi privati”.

“In ogni caso, le regole restano quelle di sempre” sottolinea il professor Volpe “se non conoscete bene il partner utilizzate sempre e in maniera corretta il preservativo, a oggi unico metodo di barriera veramente efficace non solo contro Hiv/Aids, ma anche contro Hpv, clamidia, sifilide ed altro ancora”.

“Se partite in coppia, invece, e utilizzate un contraccettivo ormonale” consiglia l’esperto “ricordatevi di non lasciare la confezione sotto il sole o in luoghi particolarmente umidi e non credete al falso mito che correla il caldo a un aumento del rischio di tromboembolismo venoso: nel caso in cui il trattamento sia stato prescritto dopo un’attenta anamnesi e un’attenta valutazione dei fattori soggettivi di rischio, non c’è da preoccuparsi”.

Infine, se la tanto desiderata vacanza arriva proprio insieme al ciclo mestruale” conclude il past president della Sic “oggi esistono pillole che è possibile utilizzare in continuo per tre mesi. Si tratta di prodotti che hanno anche un importante beneficio in termini di riduzione dei disturbi legati al ciclo”.

 A nome della Società Italiana della Contraccezione (SIC), un augurio di buone vacanze piene d’amore e di sicurezza! Continuate a seguirci sui social.

 #SicDocet #www #pillola #contraccezione #sessualità

Per informazioni:

Ufficio stampa tel. 02 02-20424946

Debora Orrico  – d.orrico@vrelations.it

Silvia Coltellaro – s.coltellaro@vrelations.it

Alessandra Perotta – a.perotta@vrelations.it

 

 

 

Allegati: