Comunicato Stampa
 
 

Comunicato Stampa

A “Il Tempo delle Donne” Il valore femminile di Janssen si fa scienza, musica e solidarietà

Cologno Monzese (MI), 5 settembre 2018 Janssen Italia si conferma al fianco delle “proprie” donne – il 45% dei suoi dipendenti – prendendo parte, come unica azienda farmaceutica, alla 5^ edizione de “Il Tempo delle Donne”, Festival organizzato dal Corriere della Sera.

Parte del progetto #FacciamoLaDifferenza, lanciato con successo nel 2017 per dare voce alle dipendenti dell’azienda e mostrare come siano “portatrici indiscusse di valore” nella sfera privata come in quella professionale, la partecipazione alla giornata di inaugurazione del “Il Tempo delle Donne” prevede venerdì 7 settembre presso La Triennale di Milano, tre momenti di dibattito, confronto e divertimento a scopo sociale sui temi delle politiche “in rosa” e della violenza di genere.

L’impegno quotidiano di Janssen Italia verso l’universo femminile, infatti, si traduce da anni in benefit e iniziative pensati per permettere di coniugare al meglio la sfera professionale con quella privata, senza dover sacrificare una all’altra. Un ambiente capace di assicurare il rispetto e la possibilità di realizzare il proprio potenziale di crescita professionale.

Il primo appuntamento dal titolo “Confronto Promosso da Valore D” (ore 11:45), sarà dedicato alle nuove politiche per la creazione di un ambiente di lavoro che promuova la felicità e l’attenzione all’equilibrio tra famiglia-lavoro, temi particolarmente cari alle donne. Interverrà Tiziana Reina, Head of HR Pharma IGI.

«Per noi avere persone, donne o uomini, felici equivale ad avere dipendenti che possano esprimere al massimo il loro potenziale, in un’ambiente di lavoro positivo in cui siano stati abbattuti gli stereotipi della diversità. Così, in Janssen, diversità è sinonimo di ricchezza di prospettive, di idee e di valori diversi che messi insieme ci rendono una delle aziende best workplace riconosciute a livello globale – afferma Tiziana Reina – Le donne vengono messe nelle condizioni di avere le stesse opportunità di crescita e di successo. A questa linea si aggiungono il sostegno alla leadership femminile, in collaborazione con Valore D di cui Janssen Italia è socio fondatore, lo Smart Working, il Parental Project, un aiuto prezioso per le donne, che aggiunge al periodo di maternità 2 mesi retribuiti al 100%».

Seguirà l’inchiesta promossa da Janssen Italia dal titolo “Perché il Futuro ha bisogno delle Donne” (ore 16:00), un momento di dibattito, condotto dalla giornalista del Corriere della Sera Candida Morvillo, sull’importanza della Ricerca&Sviluppo e l’universo femminile. Tra i relatori, Loredana Bergamini, Direttore Medico Janssen Italia, oltre ad alcune delle più illustri rappresentanti donne del mondo scientifico italiano: Francesca Bosco, Advisor dell’European Cybercrime Centre di Europol Ec3, Michela Matteoli, Direttrice del Neuro Center di Humanitas e Barbara Mazzolai, Direttrice del Centro di MicroBioRobotica all’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova.

«In Janssen Italia riteniamo che le donne siano fondamentali per mantenere fede la missione dell’azienda di migliorare la salute e prendersi cura delle persone attraverso il loro impegno costante in Ricerca & Innovazione. Il 77% delle dipendenti dell’azienda, infatti, è attualmente impegnato con successo in attività di ricerca – commenta Loredana Bergamini -. D’altro canto, Janssen è un’azienda che ha fatto della ricerca la sua stella polare, sull’esempio del suo fondatore il Dr. Paul, uno dei più grandi ricercatori della storia. Attualmente, Janssen sta sviluppando oltre 40 nuove molecole e concentra la propria attività in sei aree terapeutiche chiave per la salute generale: neuroscienze, infettivologia (HIV, HCV, TBC multiresistente) e vaccini, immunologia, malattie del metabolismo e del sistema cardiovascolare, oncologia ed ematologia e ipertensione polmonare. Scienza, tecnologia, robotica, sono tutti campi in cui le donne che raggiungono posizioni di responsabilità sono ancora troppo poche, eppure il loro contributo è essenziale, in quanto capaci spesso di immaginare il futuro e cambiare il presente».

A conclusione della giornata, torna sul palco, questa volta del «Giardino» della Triennale, la JC Band, il Gruppo rock interamente composto da dipendenti Janssen Italia, che festeggia quest’anno i 10 anni della sua attività a favore del sociale. I proventi del concerto dal titolo “Every Rock Song is a Love Song” saranno devoluti allo “Sportello Artemisia”, ideato dieci anni fa dal Comune di Cologno Monzese con il contributo non condizionato di Janssen Italia, per offrire uno spazio di ascolto a tutte le donne vittime di abusi e violenze nel territorio di Cologno Monzese, in cui ha sede l’azienda, e al tempo stesso promuovere attività di prevenzione ed educazione.

«Siamo felici di rinnovare il nostro impegno verso il genere femminile con la partecipazione a questa importante manifestazione che mette al centro la donna, le sue esigenze e il suo potenziale – afferma Massimo Scaccabarozzi, Presidente e AD Janssen Italia, Presidente di Farmindustria e Frontman della JC Band -. Oltre ai due interessanti momenti di dibattito e confronto, in cui porteremo le nostre case histories virtuose di politiche in rosa, con il concerto “Every Rock Song is a Love Song” andremo a supportare lo “Sportello Artemisia”, importantissimo per le donne vittime di violenze e abusi nella comunità di Cologno Monzese, sede della nostra azienda. Janssen, infatti, è da sempre impegnata nel diffondere la cultura del rispetto e della prevenzione di ogni tipo di violenza. Crediamo fortemente nell’importanza di un continuo impegno sociale, anche attraverso iniziative come Artemisia che possono alzare l’attenzione su un problema tanto urgente e al tempo stesso rendere più consapevoli le donne dei loro diritti e prevenire, a partire dall’infanzia, la violenza perpetrata degli uomini».

 

Contatti:

Sabrina Spina

Ufficio Stampa Janssen Italia

Tel 02.2510809 – Mob. 344.2836564

Sspina1@its.jnj.com

 

 
American Chamber of Commerce in Italy